Rieducazione del pavimento pelvico

Rieducazione del pavimento pelvico

Il pavimento pelvico è un’area “nascosta” del corpo che si estende dal pube al coccige e che comprende l'uretra, la vescica, la vagina, il perineo e l’ano, chiudendo il bacino verso il basso. I disturbi di quest’area colpiscono soprattutto le donne, anche durante l’esecuzione di gesti quotidiani, come sollevare la borsa della spesa, ma anche uno starnuto o un colpo di tosse e durante il parto, in quanto aumenta la pressione interna subita dal perineo e viene maggiormente sollecitata proprio questa parte. La rieducazione del pavimento pelvico è un insieme di tecniche specifiche di tipo conservativo che, dunque, non prevede interventi chirurgici o farmacologici. Con queste tecniche i muscoli interessati riprendono la loro funzionalità in maniera adeguata e recuperano la loro capacità a contrarsi volontariamente, evitando l’intervento chirurgico, che fino a poco tempo fa, insieme alla rassegnazione, era l’unica soluzione possibile.

Patologie e disturbi in cui si usa la terapia della Rieducazione del pavimento pelvico

Incontinenza urinaria, prolasso del retto, della vescica e dell’utero, problematiche post-parto o della menopausa, sessualità dolorosa, stipsi

La tecnica della Rieducazione del pavimento pelvico

Il programma della rieducazione del pavimento pelvico prevede esercizi di contrazione e rilassamento dei muscoli interessati per facilitare il rafforzamento di tutto il sistema pelvico, anche avvalendosi del feedback, cioè di una sonda a palloncino collegata ad un monitor, sul quale viene riprodotto il lavoro del paziente. In questo modo si ha la possibilità di verificare se quanto si sta facendo è corretto e di effettuare le eventuali correzioni. Il trattamento dura in genere 10-15 sedute da un’ora circa. Un altro strumento di supporto sono le stimolazioni elettriche funzionali che producono meccanismi riflessi per la riorganizzazione dei processi neurofisiologi

Benefici della Rieducazione del pavimento pelvico

Miglioramento della sensibilità, contrazione, coordinazione e resistenza dei muscoli del perineo, postura allineata, minori tensioni alle spalle, maggior controllo sui muscoli quando si starnutisce o mentre si tossisce senza fastidiose perdite, recupero del piacere sessuale, velocizzazione dei tempi di recupero post-chirurgici.

Strumenti di supporto della Rieducazione del pavimento pelvico

Sonde, elettrodi.

Nessun commento ancora

Lascia un commento