Onde d’urto radiali – Successo e innovazione

Le onde d'urto radiali – Successo e innovazione

Le onde d'urto radiali e focalizzate sono ormai conosciute dal grande pubblico da oltre quindici anni. Il trattamento di numerose patologie muscolo-tendinee-scheletriche nell'ambito delle specialità cliniche dell'Ortopedia, della Fisiatria, della Medicina dello Sport viene oggi effettuato con la terapia ad orte d'urto radiali.

Le onde d’urto sono inserite nel vasto armamentario delle terapie fisiche strumentali. Queste comprendono terapie con Laser, correnti Tens, Campi Magnetici, Diatermia con onde radio o Tecarterapia, Termia con micro-onde. Molte delle indicazioni patologiche per le varie terapie appaiono sovrapponibili. Quindi la scelta della terapia più adatta è guidata dalla valutazione dello stato della patologia quando si deve eseguire il trattamento ovvero se, per esempio, siamo in presenza di uno stato cronico o di un evento acuto con o senza formazione di edema.

La continua ricerca scientifica sulle applicazioni delle onde d’urto ha portato negli ultimi anni ad esplorare con successo nuovi e sempre più promettenti campi di utilizzo. Tra questi, si ricordano quelli della Dermatologia e della Vulnologia per la cura di ferite ed ulcere di difficile guarigione, della Andrologia per la cura della Induratio Penis Plastica e della Disfunzione Erettile e della Medicina Estetica per la riduzione della cellulite.

Download Studio clinico onde d'urto radiali

Onde d’urto radiali - L'evoluzione

La prima applicazione clinica delle onde d'urto risale al 1980 con la commercializzazione del primo litotritore. Questa apparecchiatura sfruttava per la prima volta l'azione meccanica delle onde d'urto per frantumare i calcoli renali. L'intervento chirurgico che fino ad allora doveva essere affrontato con tutto il suo carico di imprevisti e complicazioni veniva sostituito da quello sicuro e non invasivo delle onde d'urto.

Nei primi anni '80 ci si limitava a concepire l'azione delle onde d'urto come puramente meccanica, utile appunto per "rompere" il calcolo. Tuttavia, negli anni seguenti l'approccio alle onde d'urto variò. Infatti,  si cominciò a scoprire, con ricerche cheonde-urto-radiali-4 continuano anche oggigiorno, che quell'azione iniziale, attraverso un processo chiamato di "meccanotrasduzione", andava a stimolare tutta una serie di processi biologici a livello cellulare che portavano alla formazione di una nuova rete di capillari e alla rigenerazione  di tessuti molli ed ossei.

Le onde d'urto di cui abbiamo finora accennato sono quelle propriamente denominate focalizzate. Infatti, queste onde d'urto sono generate con una tecnologia speciale che consente di regolare e focalizzare l'azione terapeutica alla profondità desiderata per colpire il tessuto interessato dalla patologia.

Onde d’urto radiali - Le caratteristiche

Alla categoria di onde d'urto focalizzate si è affiancata negli anni quella delle onde d'urto radiali o balistiche.

Le onde d’urto radiali sono così denominate poichè vengono generalmente prodotte da un dispositivo pneumatico che lancia un proiettile d'acciaio contro una superficie metallica dove, nel punto d'impatto, si genera un'onda d'urto. Le onde d'urto radiali però non si focalizzano in profondità, ma si diffondono nel tessuto del paziente in modo radiale, esaurendo gran parte della loro energia dopo 10-15 millimetri. Questo valore delle onde d'urto radiali è sicuramente inferiore a quello del campo di un'onda d'urto focalizzata che può arrivare fino a  oltre 60 mm.

Onde d’urto radiali – Il successo

Come spiegare allora lo straordinario successo e la grande diffusione che hanno avuto le onde d’urto radiali? Semplicemente con le seguenti motivazioni:

  • Moltissime patologie muscolo-tendinee sono localizzate a poca profondità dalla cute e sono facilmente trattabili anche con le onde d’urto radiali.
  • Il prezzo di un'apparecchiatura ad onde d'urto radiali è ridotto di circa l’80% rispetto a un sistema ad onde d’urto focalizzate. Questo perchè un sistema ad onde d'urto radiali si avvale di una tecnologia molto più semplice.onde-urto-radiali-3
  • Il costo del materiale consumabile di un’apparecchiatura ad onde d’urto radiali è molto basso. Infatti, il costo di rigenerazione del manipolo o testa terapeutica di un sistema ad onde d'urto radiali è più basso in assoluto rispetto a quello di tutte le diverse apparecchiature ad onde d'urto focalizzate presenti sul mercato. Se prendiamo come riferimento il costo medio di 1 Euro per un trattamento con onde d’urto radiali, si osserva, dai dati di mercato disponibili, che lo stesso trattamento eseguito con onde d'urto focalizzate può arrivare a costare mediamente anche oltre 7 Euro.
  • I trattamenti con onde d’urto radiali possono essere effettuati anche dai fisioterapisti, mentre quelli con onde d'urto focalizzate richiedono la figura del medico esperto. Questo risulta dalla raccomandazione della Società Internazionale e Nazionale di Onde d’Urto , nonché del Ministero della Sanità.

I vantaggi e i benefici dell'utilizzo delle onde d'urto radiali sono tali, da averne decretato il successo e da stimolare la continua ricerca tecnologica e innovativa.

Onde d’urto radiali – L’innovazione

Fra le varie apparecchiature ad onde d’urto radiali presenti sul mercato, il modello LGT-2500S della Longest è uno dei più recenti ed innovativi.

onde-urto-radiali-2È’ un sistema ad onde d’urto radiali molto compatto, con un peso di solo 8,5 Kg. Può essere posizionato sia su un tavolo che su un carrello mobile. Il sistema dispone di un display a colori touchscreen da 7”. Sul display del sistema ad onde d'urto radiali, oltre alla scelta manuale dei parametri di trattamento, è possibile anche selezionare la mappa del corpo umano. In questo modo si possono evidenziare i riferimenti anatomici delle principali aree patologiche, ai quali corrisponde l’impostazione automatica dei dati del relativo protocollo di trattamento con le onde d’urto radiali.

Guarda l'offerta LGT-2500S

L’autonomia del manipolo dell’elettromedicale ad onde d’urto radiali è di un milione di colpi. Tuttavia un altro milione di colpi è assicurato con il kit in dotazione per la rigenerazione che può essere ordinato al distributore locale.

Il manipolo terapeutico dispone di cinque testine con differenti diametri e curvature per un’ampia gamma di trattamenti.

Onde d’urto radiali – Le patologie trattabili

Le più comuni indicazioni patologiche trattabili tramite le onde d’urto radiali sono:

  • Tendinopatia della spalla con e senza calcificazione (tendinopatia del sovraspinato e sindrome da conflitto della cuffia dei rotatori)
  • Epicondilite radiale e ulnare (gomito del tennista e del golfista)
  • Tendinite achillea
  • Tendinite rotulea (sindrome del ginocchio del saltatore)
  • Dolorosità dei trigger points
  • Punti di agopuntura
  • Sindrome dello stress tibiale
  • Sindrome del dolore trochanterico
  • Fascite plantare

Nessun commento ancora

Lascia un commento